Spesso dietro la stanchezza si nasconde la carenza di ferro .

La carenza di ferro è più comune di quanto si possa pensare, è uno dei minerali più comuni sulla terra, l’organismo può assimilarlo solo con l’alimentazione, tra cui carne bovina, pollo, pesce, fagioli, soia, ceci, lenticchie, broccoli, mandorle, banane, miele.

Un basso livello di ferro nell’organismo può far sentire stanchi, deboli, irritabili.

La dose giornaliera raccomandata è fissata in 14 mg, ma può variare sensibilmente da persona a persona.

Chi ne ha bisogno ?

DONNE: per affrontare mestruazioni e cambiamenti ormonali.

GRAVIDANZA e ALLATTAMENTO durante il quale le scorte di ferro devono essere incrementate, perchè il corpo consuma grandi quantità di energia .

ADOLESCENTI la cui crescita mentale e fisica consuma rapidamente le riserve di ferro dell’organismo .

per chi segue una DIETA potrebbe non nutrirsi in modo sufficiente degli alimenti che forniscono ferro e vitamine.

VEGETARIANI che possono trovarsi nella necessità di integrare il ferro ma che non possono assumerne mangiando carne.

ANZIANI per i quali è importante che si assicurino di assumere regolarmente ferro e vitamine, specialmente in periodo di convalescenza.

SPORTIVI i quali mettono alla prova il loro corpo, perciò hanno bisogno di scorte maggiori di ferro e vitamine.